Cantieri e Sicurezza

L’utilizzo dei droni per il rilevamento di zone inaccessibili, per il monitoraggio della presenza di amianto o in maniera stabile nei diversi cantieri, permette all’ uomo di arrivare in sicurezza dove l’ uomo non può (senza l’ utilizzo dei droni infatti spesso nel dover rilevare eventuali presenza di amianto, o per qualsiasi ispezione nei cantieri si è costretti a ricorrere all’ istallazione di ponteggi fissi, piattaforme o altre opere provvisionali con costi spesso rilevanti). Spesso in fase di preventivo, è buon uso effettuare dei sopralluoghi nei vari cantieri, dove però non sempre, durante la visita, senza l’ utilizzo di droni, si è in grado di accedere e quindi dare una buona valutazione, dell’ intera area o dell’ eventuale presenza di amianto, perdendo così la possibilità di effettuare un buona valutazione dei costi e di conseguenza con futura incidenza sui ricavi in fase di lavorazione. Sempre attraverso l’ uso di droni, è possibile, nei cantieri in cui vi è il bisogno, in vista di manutenzioni che richiedono un monitoraggio accurato di strutture quali ponti, cavalcavia,sopraelevate o dighe, ispezionarli, controllando lo stato degli elementi di connessione, una valutazione dello stato di conservazione del cemento armato, o eventuali fessurazioni, anche in questo caso con notevole riduzione di costi e tempi dell’ operazione. Lo studio, la progettazione, l’ impatto visivo, l’ impatto ambientale, l’ analisi del territorio in fase di progettuale, e quindi sin da prima dell’ avvio dei cantieri, o i cambiamenti che avvengono durante la realizzazione di un’ opera, sono aspetti alla base della realizzazione di grandi opere. L’ utilizzo di droni, oltre che aumentare la sicurezza nei cantieri, per seguirne l’ andamento a colpo d’ occhio.

perizie

 

Tramite l’ utilizzo di rilievi aerofotogrammetrici mediante droni, oggi è possibile avere in tempo reale ad esempio, di una strada in costruzione o di una diga, i volumi di scavo, i profili delle sezioni, il calcolo dei riporti di terreno, grazie a tecniche di post produzione in grado di fornire utili informazioni in sede di preventivazione o contabilità, ottenibili in maniera immediata e precisa grazie all’ utilizzo dei droni. E’ possibile infatti tramite lo scatto di una serie di foto utilizzando droni, (le tecniche di scatto da impiegare sono quelle tipiche della fotogrammetria per ottenere modelli digitali del terreno), riuscire ad effettuare un calcolo dei volumi di terreno, ghiaia o qualsiasi altro materiale. La procedura da seguire viene denominata “nadiriale” ovvero con la fotocamera rivolta verso il basso e facendo seguire al velivolo una traiettoria ad “s” al fine di ottenere una sovrapposizione dei fotogrammi. Successivamente le foto verranno importate in specifici software in grado di generare in automatico la nuvola di punti, la Ortofoto, ovvero il modello digitale del terreno generato grazie alle foto scattate dai droni. Successivamente si riescono a fornire valori esatti sui volumi di scavo, di spostamento materiale o anche sull’ esatta quantità di amianto presente in modo da poter preventivare i costi del successivo smaltimento. I droni sono anche un ottimo modo per poter mostrare al mondo l’ andamento dei cantieri nel caso in cui lo scopo sia quello di pubblicizzare l’ apertura di una nuova costruzione prima che essa sia completata. Questo è successo in occasione dell’ Expo 2015 a Milano. Dei droni hanno per mesi monitorato, a cadenza settimanale, la preparazione dell’ evento, filmando l’ andamento dei lavori, e facendo si che chiunque, potesse vedere i video settimanali fatti nei vari cantieri allestiti per l’ evento con i droni. Negli stati esteri, come ad esempio la Germania, diverse aziende usufruiscono di questa nuova tecnologia dei droni all’ interno dei cantieri al fine di monitorare l’ andamento dei lavori e poter utilizzare gli stessi al fine di ottenere risultati certi sui volumi di materiale spostato, i riporti di terreno e ogni altra informazione non ottenibile con tali velocità e precisione nei cantieri. L'utilizzo dei droni consente di compiere ispezioni video tramite telecamere, anche in zone difficilmente accessibili come condomini o palazzi ove sia presenti cantieri o ci sia l’ intenzione di allestirne uno, con l'evidente vantaggio di non dover allestire ponteggi o piattaforme o utilizzare macchinari costosi come gru e carrelli elevatori. Idronisono un ottimo aiuto quindi nell’ accesso visivo per verificare gli impianti in copertura, canne fumarie, lo stato di salute delle tegole o eventuali danni causati dal maltempo, il tutto in completa sicurezza. Nei cantieri i droni possono sostituire le attuali tecnologie presenti con vantaggi per la sicurezza e in termini economici.